Non c'è campo, Moccia racconta i giovani di oggi

Federico Moccia , padre della generazione che si è amata tre metri sopra il cielo, torna alla regia dopo quattro anni di assenza con Non c’è campo , nelle sale dall’1 novembre con Koch Media . La pellicola racconta i ragazzi di oggi, quelli social e iperconnessi, che non si lasciano romantiche scritte sui muri, ma cuoricini su Instagram e like su Facebook . Ecco una clip tratta dal film

Non c’è campo, il nuovo film di Federico Moccia, sbarca al cinema mercoledì 1 novembre con Koch Media. Anche questa volta, il padre della generazione che si è amata tre metri sopra il cielo, propone un viaggio nel mondo degli adolescenti, con le loro paure, le aspettative, le prime cotte.

In un’epoca in cui i rapporti sono ormai mediati dallo schermo di Smartphone iperconnessi, cosa accadrebbe se una classe del liceo si trovasse bloccata in un paesino pugliese dove non c’è campo? Nell'attesa ecco  una clip che ci dàun assaggio di ciò che vedremo in sala.

Moccia mette in scena una commedia dei giorni nostri, dove Vanessa Incontrada è una professoressa del liceo, che insieme alla collega Claudia Potenza accompagna i suoi allievi in gita. La destinazione, però, non è la solita capitale europea, ambita da ragazzini in cerca di divertimento, ma Scorrano, un paesino in provincia di Lecce dove i cellulari proprio non prendono. Qui, nello studio di un artista di fama internazionale (Corrado Fortuna), i giovani scopriranno cosa significa affidarsi ai propri sensi per conoscere la realtà, quella vera, senza filtri di Instagram o Snapchat e come le emozioni siano intense, se vissute col cuore e non con i like.

Nel cast attori giovanissimi danno voce a una condizione tipica non solo dei liceali, ma che è ormai quotidiana per uomini e donne di tutte le età, che nascondendosi dietro la tastiera condividono pensieri, opinioni, odio, amore nello spazio claustrofobico del 140 caratteri.