Denis Villeneuve dice no a Bond 25 per il remake di Dune

Denis Villeneuve
Denis Villeneuve
@Getty Images

Il regista di Arrival e Blade Runner 2049, al lavoro su un remake di Dune, ha rifiutato di dirigere il nuovo film di 007 per una questione di tempistiche. Nella pellicola tornerà invece Monica Bellucci.

Chi non vorrebbe dirigere un film di 007? Sicuramente anche Denis Villeneuve, acclamato regista di Arrival e del recente Blade Runner 2049. Eppure il cineasta ha dovuto dire no a “Bond 25”, l’ultima pellicola di James Bond ancora senza un titolo, che vedrà tra l’altro il ritorno di Monica Bellucci nei panni di Lucia Sciarra dopo Spectre.

Denis Villeneuve ha dichiarato in un’intervista che lavorare su un film di James Bond sarebbe stato per lui un onore, e che soprattutto avrebbe apprezzato tantissimo dirigere un attore come Daniel Craig. Ma semplicemente non ha il tempo per farlo

Il regista canadese è infatti impegnatissimo per via del suo ultimo progetto, ovvero un remake di Dune, il celebre film di fantascienza diretto da David Lynch e tratto da un romanzo di Frank Herbert (di cui ha cercato di realizzare un adattamento cinematografico anche il cineasta cileno Alejandro Jodorowski).

Per questo motivo, i produttori della venticinquesima pellicola ufficiale di James Bond dovranno trovare un nuovo nome per dirigere il film, la cui uscita è già fissata per il 2019. Per il momento tra i possibili candidati ci sono David MacKenzie, regista di Hell or High Water, e Yann Demange.