Il permesso – 48 ore fuori: Claudio Amendola torna al cinema

In occasione dell’uscita nelle sale (dal 30 marzo, grazie a Eagle Pictures) del secondo film da regista di Claudio Amendola, Il permesso – 48 ore fuori, Sky Cinema Cult manderà in onda qualche minuto in anteprima del film. Appuntamento domenica 26 marzo alle 20.50

Dalla penna di Giancarlo De Cataldo, creatore di Romanzo Criminale e Suburra, in una sceneggiatura scritta con Roberto Jannone arriva nei cinema (dal 30 marzo, grazie a Eagle Pictures), Il permesso – 48 ore fuori, secondo film da regista di Claudio Amendola. Per l’occasione Sky Cinema Cult manderà in onda qualche minuto in anteprima del film. Appuntamento domenica 26 marzo alle 20.50.

Si tratta di un noir estremamente duro e un genere molto amato da Amendola, come da lui stesso dichiarato. Sicuramente una pellicola distante dalla sua prima regia, la commedia La mossa del pinguino) in cui la narrazione si incentra su quattro storie vere di detenuti, tre uomini e una donna, ai quali viene concesso dal Giudice di Sorveglianza un permesso di uscita dal carcere, della durata di 48 ore.

I protagonisti sono lo stesso Claudio Amendola nel ruolo di Luigi, Luca Argentero in quello di Donato, mentre Giacomo Ferrara e Valentina Belle' sono Angelo e Rossana. Il Direttore della fotografia è Maurizio Calvesi, lo scenografo è Paki Meduri, il montaggio di Roberto Siciliano.

Merito di Amendola e degli sceneggiatori è quello di aver avuto la capacità di descrivere i personaggi del film con estremo realismo, attraverso soprattutto le loro contraddizioni, le paure, la disperazione e la tentazione della fuga. Inoltre ciò che colpisce è che si tratta di un’opera al cui centro è posta la sincerità dei sentimenti positivi di ciascuno di loro: l'amore di un padre per il figlio, l'amore per una donna, per gli amici, ma soprattutto la ricerca di una dignità personale e di un orgoglio perduti o forse mai esistiti. Quattro personaggi di età ed estrazione sociale differenti, tre uomini e una donna: Luigi, Donato, Rossana e Angelo.