The Dinner, Richard Gere in anteprima a Sky Cine News

Inserire immagine

Cast stellare per The Dinner, il film tratto dal romanzo di Herman Koch La Cena. Il regista Oren Moverman ha diretto, tra gli altri, Richard Gere, Laura Linney, Steve Coogan, Rebecca Hall e Chloe Sevigny. Sarà nelle sale il 18 maggio ma ne vedremo alcuni minuti, grazie a Videa che lo distribuisce, martedì 16 maggio su Sky Cinema Uno alle ore 21.00 all'interno di Sky Cine News. Lo abbiamo visto in anteprima...ve lo raccontiamo

di Fabrizio Basso
(@BassoFabrizio)

L'ambiguità della vita è una cena. Perché dall'antipasto al dessert si digerisce anche la morale che ha illuminato la speranza. La storia dei fratelli Lohman ha un inizio lento, pacato, di civile dibattito per poi deragliare in un finale dove accade quello che avremmo sperato non...accadesse. Anche se va solo sussurrato c'è sempre un po' di male sopra di noi. The Dinner, il film tratto dal romanzo di Herman Koch La Cena (edito da Neri Pozza). Il regista Oren Moverman ha diretto un cast straordinario composto, tra gli altri, da Richard Gere, Laura Linney, Steve Coogan, Rebecca Hall e Chloe Sevigny. Sarà nelle sale il 18 maggio ma ne vedremo alcuni minuti, grazie a Videa che lo distribuisce, martedì 16 maggio su Sky Cinema Uno alle ore 21.00 all'interno di Sky Cine News. Lo abbiamo visto in anteprima...ve lo raccontiamo.

La storia del cinema ha spesso risoltato le proprie trame a tavola. Ma ci sono pochi precedenti così intensi. In alcuni momenti si desidera una centrifugato per fuggire prima lontano dalle vivande e dagli altri commensali. In The Dinner non è possibile. Il membro del Congresso Stan Lohman (Gere) e sua moglie Katelyn (Hall) invitano a cena il di lui fratello Paul (Coogan) e la consorte Claire (Linney). Una chiacchierata in famiglia? Niente affatto: i rispettivi figli la hanno fatta grossa, rischiano una lunga detenzione ma il fattaccio è ancora segreto. Che fare? Denunciarli oppure fare un patto di omertà? Il dibattito mostra il peggio dei quattro, la natura umana è spesso molto distante da un volto sorridente. Siedono a quel tavolo, non visti ma ingombranti, anche le convenzioni sociali e le apparenze borghesi. Chi vincerà? Ma davvero alla fine ci sarà un vincitore? Sarà lo spettatore a stabile quanto quella cena può essere indigesta.