Fotogallery 10 luglio 2009

Lo sbarco sulla Luna compie quarant'anni

  • L’anteprima del film si è tenuta il 6 luglio a Roma. Per la messa in onda ufficiale bisogna invece aspettare il 16 luglio, data del lancio dell’Apollo 11.
  • Diretto da Richard Dale e prodotto dalla Dangerous Film (“9/11: The Twin Towers”), “Moonshot” ha sulle spalle una pesante eredità: l’evento del 1969 incollò allo schermo seicento milioni di spettatori. Riuscirà questa ricostruzione a replicarne lo share?
  • Il film è un’occasione per rivivere non solo l’evento storico, ma anche la vicenda umana. Vengono infatti ricostruiti i rapporti fra i tre astronauti Neil Armstrong, Buzz Aldrin e Michael Collins, e si fa luce su aspetti poco conosciuti della missione
  • Ma la storia sarà fedele alla realtà? Buzz Aldrin, che ha partecipato all’anteprima romana, dice di no e giudica il film troppo romanzato. Mette anche le mani avanti, tenendo a precisare di non aver voluto fare da consulente alla produzione
  • Rimangono però indubbie le qualità della pellicola, che si caratterizza per una fotografia eccezionale e per una trama coinvolgente. Insomma: guardare il film non sarà come sbarcare sulla Luna, ma costa sicuramente meno!
  • Il viaggio sulla Luna è un mito che ha origini antiche e da cui il cinema attinge sin dagli esordi: quello che viene considerato il primo film di fantascienza della storia, “Viaggio nella Luna” (1902), anticipa abbondantemente gli avvenimenti del 1969.
  • E nel 1929 il regista tedesco Fritz Lang immagina che alla prima spedizione lunare partecipino, oltre a quattro uomini, anche una donna. Lo stile di Lang contribuisce a ricreare un allunaggio ben più drammatico rispetto al precedente film francese.
  • Negli anni Cinquanta si cerca invece di produrre un film corretto sotto il profilo scientifico (almeno per le conoscenze dell’epoca): è un razzo a propulsione atomica a raggiungere il satellite, e “Uomini sulla Luna” si guadagna un Oscar per gli fx
  • Avete mai pensato che la Luna potrebbe essere popolata da donne-gatto? “La Donna Gatto dello Spazio”, divertente pellicola del 1953, spiazza il pubblico mettendo delle pericolose telepati dall’aspetto felino a dare il benvenuto agli astronauti!
  • Nel 1969 l’uomo arriva davvero sulla Luna e non c’è ricostruzione cinematografica che regga il confronto: il mondo intero è incollato al teleschermo per assistere alla diretta televisiva che trasmette le immagini inviate dall’Apollo 11.
  • Una volta che la fantasia è diventata realtà, la filmografia sull’argomento subisce ovviamente un calo, ma non mancano riprese delle successive missioni, come la pellicola del 1995 Apollo 13, che racconta la terza fallimentare spedizione sul corpo lunare
/

Presentato al Romafictionfest “Moonshot: L’Uomo sulla Luna”, pellicola realizzata in occasione del quarantesimo anniversario dell’allunaggio, avvenuto il 20 luglio 1969. Lo sbarco sulla Luna è la realizzazione di un sogno che da sempre influenza il cinema. E il cinema, dal canto suo, ha probabilmente alimentato la voglia di lasciare l’impronta sul suolo lunare!