Fotogallery 31 agosto 2012

Star per caso sul grande schermo

  • In "Superstar" di Xavier Giannoli, in concorso a Venezia 2012, il protagonista è un uomo ordinario che si ritrova all'improvviso famoso e cercato da tutti -
  • Nel film di Giannoli, la vita di Martin, intepretato da Kad Mérad, si trasforma ben presto in un incubo mediatico -
  • In "Mister Smith va a Washington" di Frank Capra, un uomo comune viene nominato senatore per essere strumentalizzato da politici corrotti: ma Smith, pur considerato manipolabile e poco furbo, darà una lezione di onestà a tutti -
  • Ancora Capra e ancora un uomo manipolato per interessi discutibili che diventa un eroe mediatico: è "Arriva John Doe" -
  • L'imbroglione Dustin Hoffman doventa "Eroe per caso": ma sarà il barbone Andy Garcia a prendersi il merito e le luci della ribalta -
  • I protagonisti di "Natural Born Killers", assassini spietati e psicopatici, diventano degli eroi televisivi. Film-denuncia sull'immoralità dei mass media -
  • Chi meglio di Forrest Gum può rappresentare l'uomo comune che diviene eroe collettivo, simbolo del Sogno Americano? -
  • Deriso da tutti perché considerato ritardato, Forrest vive da protagonista 30 anni di storia americana, incontrando tutti i personaggi più importanti, da Kennedy a Lennon -
  • Truman Burbank, in "The Truman Show" di Peter Weir, è un uomo come tutti gli altri: ma, senza saperlo, è l'eroe di un reality trasmesso in mondovisione e visto da miliardi di persone -
  • Il timido libraio Hugh Grant in "Nothing Hill" paga le conseguenze del suo amore per la diva più famosa del mondo, Julia Roberts -
    ©Getty Images
  • Il giovanissimo protagonista del pluripremiato "The Millionaire" diventa famoso partecipando e vincendo il quiz "Chi vuol essere milionario?"... -
  • ... ma a lui interessa solo l'amore della bella Latika -
  • Proprio come in "Superstar", Benigni, nell'alleniano "To Rome With Love" diventa improvvisamente la star che tutti cercano e inseguono: ma essere famosi può essere molto... stressante -
  • In "Reality" di Matteo Garrone, il sogno più grande del protagonista è diventare star del Grande Fratello -
  • La celebrità effimera del reality show televisivo sembra aver sostituito i valori veri: il film di Garrone è specchio amaro e grottesco della vuota società attuale -
/

Come insegna Andy Warhol, tutti vogliono il loro quarto d'ora di celebrità. E niente come il cinema ha saputo raccontare il viaggio tragicomico dell'uomo comune che diventa eroe popolare. Da Forrest Gump a Superstar