Fotogallery 08 ottobre 2012

Nazisti al cinema e in tv: l'eterna parodia

  • Il destino diede loro in comune lo stesso paio di baffetti: nel 1940 Chaplin derise Hitler trasformandolo nella caricatura di Adenoid Hynkel. Geniale e inquietante la scena in cui gioca con il mappamondo, strepitoso il monologo finale del barbiere ebreo -
  • Nel 1942 Ernst Lubitsch (ebreo tedesco scappato a Hollywood) gira "Vogliamo vivere!", commedia satirica sul nazismo che resta un immortale inno contro la barbarie e la violenza -
  • Nel primo numero del fumetto Marvel "Capitan America" del 1941, la finzione si mischia alla propaganda: il supereroe, simbolo dela patriottismo e degli Stati Uniti, molla un bel pugno in faccia a Hitler -
  • Nel film del 2011, lo sfondo è sempre la Seconda Guerra Mondiale e l'acerrimo nemico di Capitan America è il cattivissimo Teschio Rosso, gerarca nazista dall'orribile aspetto -
  • Vagamente ispirata al film "La grande fuga", negli anni 60 spopolò la serie tv "Gli eroi di Hogan", divertente e ironica saga di un gruppo di prigionieri americani in un campo tedesco nella Seconda guerra mondiale -
  • Nel campo dei fumetti la più geniale e amata parodia del nazismo resta senz'altro "Sturmtruppen" del mitico Bonvi. Ne furono realizzate due versioni cinematografiche con Cochi e Renato e Teo Teocoli -
  • Anche Wonder Woman combatte contro i nazisti, sia nei fumetti che nella serie tv cult degli anni 70: ecco la sexy Lynda Carter nell'episodio "Fausta, the Nazi Wonder Woman" -
  • Esiste un intero filone dell'horror dedicato ai nazi zombie: uno dei più noti è "L'occhio nel Triangolo", in originale "Shock Waves" (1977), con Peter Cushing e John Carradine -
  • Di culto l'episodio di "Star Trek" in cui Kirk, Spock e gli altri finiscono in un pianeta del tutto simile alla Germania nazista -
  • È innegabile: per le uniformi, il design e in generale tutta l'iconografia del famigerato Impero di "Star Wars", George Lucas si è chiaramente ispirato al nazismo -
  • Come non citare gli irresistibilmente inetti e ridicoli nazisti dell'Illinois di "The Blues Brothers"? -
  • In "I predatori dell'arca perduta" (1981), primo film della saga di Indiana Jones, l'avventuroso archeologo deve evitare che l'Arca dell'Alleanza finisca in mano a Hitler. Spielberg si diverte a regalare ai cattivi una fine a dir poco memorabile -
  • Il nostro Indy torna a combattere il Reich in "Indiana Jones e l'ultima crociata" (1989). Memorabile la scena in cui riceve un autografo nientemeno che da Hitler!
  • Nel 1998 Roberto Benigni commuove il mondo con la sua rilettura comica (ma profonda) della tragedia dell'Olocausto, "La vita è bella". Ed è pioggia di Oscar -
  • Sempre nel 1998, anche Radu Mihaileanu racconta la Shoah con ironia e tenerezza in "Train De Vie", tragicomica storia di un gruppo di ebrei che fugge dall'orrore su un finto treno nazista -
  • Remake di "Per favore non toccate le vecchiette" di Mel Brooks, "The Producers" (2005) racconta di uno scalcinato regista teatrale che vuole mettere in scena il peggior musical di sempre, con protagonista... Adolf Hitler! -
  • Quentin Tarantino, "Bastardi senza gloria", 2009. Ovvero: un occhio al cult italiano "Quel maledetto treno blindato", uno a "Quella sporca dozzina", spietati cacciatori di scalpi nazisti e un finale che cambia, letteralmente, la Storia. Cult assoluto -
  • Nell'horror norvegese "Dead Snow", i nemici sono nientemeno che zombie nazisti assetati di sangue! Ne esiste anche una sorta di remake americano prodotto dalla Asylum, "Nazis at the Center of the Earth" -
  • Irresistibile la parodia di Hitler nella serie animata "I Griffin" -
  • Il più crudele ditattore di sempre è stato ridicolizzato senza pietà anche in "I Simpson" -
  • Nel film finlandese "Iron Sky" (2012), dei nazisti che si sono stabiliti sulla Luna minacciano la Terra. Un fanta-thriller trash e ironico che è già cult -
/

Il Terzo Reich è al centro di molti film e serie tv. Qualcuno ha scelto i toni della commedia, perché spesso la satira è lo strumento migliore per raccontare tutta la follia e l'orrore della tragedia più buia della nostra storia