Fotogallery 13 maggio 2014

Miele: l'esordio alla regia di Valeria Golino

  • Miele racconta la storia di Irene (Jasmine Trinca), una ragazza di trent’anni che ha deciso di aiutare le persone che soffrono: malati terminali che vogliono abbreviare la loro agonia - BIM Distribuzione -
  • Jasmine Trinca in una scena del film. Il lungometraggio è la prima esperienza dietro la macchina da presa di Valeria Golino - BIM Distribuzione -
  • Un giorno a richiedere il servizio di Irene è un settantenne in buona salute (Carlo Cecchi), che ritiene semplicemente di aver vissuto abbastanza. L'incontro metterà in discussione le convinzioni della giovane donna - BIM Distribuzione -
  • Il loro incontro la coinvolgerà in un dialogo serrato lungo il quale la relazione tra i due sembrerà infittirsi di sottintesi e ambiguità affettive - BIM Distribuzione -
  • Jasmine Trinca nei panni della protagonista di "Miele", Irene, l'"angelo della morte" le cui certezze vengono infrante - BIM Distribuzione -
  • Una scena d'effetto del film "Miele": Irene immobile, occhiali scuri, mentre mille persone camminano veloci intorno a lei - BIM Distribuzione -
  • Libero De Rienzo (il protagonista di "Fortapàsc" di Marco Risi, del 2009) e Jasmine Trinca in una scena tratta dal film - BIM Distribuzione -
  • Jasmine Trinca e Valeria Golino sul set di "Miele" - BIM Distribuzione -
  • Carlo Cecchi sul set con Valeria Golino - BIM Distribuzione -
  • Da sinistra: Jasmine Trinca, Carlo Cecchi e Valeria Golino si confrontano sul set - BIM Distribuzione -
  • La locandina di "Miele" - BIM Distribuzione
/

La pellicola con Jasmine Trinca, che tocca il controverso tema dell'eutanasia, si è aggiudicata il premio Lux alla 70ma Mostra del Cinema di Venezia e verrà trasmessa in prima tv su Sky Cinema Cult il 19 maggio alle 21.00