Fotogallery Aggiornato il 06 agosto 2015

Bad Dads VI, 70 artisti per Wes Anderson

  • Dal 7 al 9 agosto a New York, presso la Joseph Gross Gallery, si tiene il sesto appuntamento con Bad Dads, la mostra pop-up creata nel 2010 dal gallerista Ken Harman a San Francisco. Credits: Maria Suarez-Inclan -
  • Ritratto di Tilda Swinton e il personaggio interpretato in Grand Budapest Hotel. Col tempo Bad Dads è diventato un coloratissimo evento che attira decine di fan. Credits: Mandy Tsung. Courtesy of Spoke Art -
  • Una variante della locandina di Grand Budapest Hotel, ultimo successo cinematografico di Wes Anderson. Credits: Joshua Budich. Courtesy of Spoke Art -
  • Una riproduzione maniacale del Grand Budapest Hotel. Molti artisti sono attratti dallo stile perfezionista di Wes Anderson e lo riproducono nelle proprie opere. Credits: Max Dalton. Courtesy of Spoke Art -
  • Variante della locandina di Le avventure acquatiche di Steve Zissou, pellicola del 2004, molto amata dai fan di Wes Anderson. Credits: Matt Chase. Courtesy of Spoke Art -
  • Ritratto di Suzy, protagonista di Moonrise Kingdom, raffinata (soprattutto dal punto di vista visivo) pellicola del 2012. Credits: Kemi Mai. Courtesy of Spoke Art -
  • Margot, personaggio de I Tenenbaum. La sesta edizione di Bad Dads è stata organizzata a New York City proprio in onore di questa pellicola culto di Wes Anderson ambientata nella Grande Mela. Credits: Jayde-Fish. Courtesy of Spoke Art -
  • Dettaglio della borsetta e dei guanti realizzati dalla designer Jayde Fish in onore al personaggi di Margot de I Tenenbaum. Credits: Jayde-Fish. Courtesy of Spoke Art -
  • Ancora un ritratto di Margot de I Tenenbaum. “E’ un personaggio forte e tragico. La sua indole è una forma di arte vivente. I film di Anderson hanno sempre quella sensazione naive e sognante”. Credits: Martine Johanna. Courtesy of Spoke Art -
  • Ritratto di Rita, personaggio visto in Il Treno per Darjeeling. “Mi piacerebbe saperne di più di lei”, ha confessato l’autrice di questo ritratto. Credits: Ivonna Buenrostro. Courtesy of Spoke Art -
  • "Barlow Comes To Judgement”. Credits: Mike Stilkey. Courtesy of Spoke Art -
  • Ritratto di Max Rushmore, protagonista di una della seconda pellicola di Wes Anderson (Rushmore del 1998). Credits: Rich Pellegrino. Courtesy of Spoke Art -
  • Una fanta-creatura marina immaginata da un’artista a partire dal film Le avventure acquatiche di Steve Zissou. Credits: Tracie Ching. Courtesy of Spoke Art -
  • Jack, personaggio del corto Hotel Chevalier, da cui poi si è sviluppato Grand Budapest Hotel. Credits: Valentin Fischer. Courtesy of Spoke Art -
  • Bad Dads prende il titolo dai “cattivi papà” che si vedono spesso nei film di Wes Anderson. Credits: Dean Stuart. Courtesy of Spoke Art -
/

A New York una mostra pop-up con la migliore fan art dedicata all’autore di Grand Budapest Hotel, Il treno per il Darjeeling e I Tenenbaum. Ritratti, sculture, oggetti di design ispirati ai coloratissimi mondi del regista cult texano. FOTO