Fotogallery Aggiornato il 18 dicembre 2015

Star Words, alla scoperta delle parole e delle lingue stellari

  • Dall’Huttese (la variante linguistica più parlata, ispirata alla lingua inca Quechua) all’alfabeto Aurek-besh, passando per il significato dei nomi di Luke Skywalker e della Principessa Leia, ecco la guida dell’app Babbel alla scoperta dell’universo linguistico di Star Wars -
  • Le lingue inventate per Star Wars non hanno una grammatica e un vocabolario espanso (come avviene invece in Star Trek e Il Signore degli Anelli). La più diffusa è l’Huttese, ispirata alla lingua inca Quechua per i suoni delle parole. “Questa lingua viene parlata soprattutto a Tatooine e da molti personaggi, compresi Greedo il giovane, Jabba the Hutt e il suo entourage” spiegano gli esperti di Babbel. Credit per l’immagine: Wikimedia Commons -
  • Il Jawaese è la lingua originaria dei Jawa, ispirata al linguaggio zulù e ad altre lingue africane -
  • L’Aurek-besh è un alfabeto artificiale utilizzato per rappresentare il linguaggio Basic Galattico -
  • Luke deriva dal latino “leukos”, luce. Nelle prime stesure della saga il cognome era Skykiller, poi diventano Skywalker (camminatore del cielo), molto più poetico ed evocativo. Credit per l’immagine: © & ™ Lucasfilm Ltd. -
  • Principessa Leia Organa (poi diventata Leila). Spiegano gli esperti di Babbel: “Il nome nella versione originale del film è Leia Organa e suona molto simile a "Principessa Dejah Thoris", protagonista di "John Carter di Marte", scritto da Edgar Rice Burroughs negli anni ‘30. E questa non è probabilmente una coincidenza, vista la già citata passione di George Lucas per i romanzi di fantascienza. Il cognome Organa rispecchia chiaramente il ruolo assunto dalla principessa nel conflitto tra il mondo naturale e quello tecnologico e meccanizzato dell’Impero Galattico”. Credit per l’immagine: © & ™ Lucasfilm Ltd. -
  • Han Solo (poi diventato Jan Solo). “Jan" è una forma arcaica di John (o Hans, Jan, Jean…) e "Solo" è un tributo a Napoleon Solo, spia protagonista della serie americana degli anni ‘60 "The man from U.N.C.L.E. Credit per l’immagine: © & ™ Lucasfilm Ltd. -
  • Darth Vader - “Lucas ha rivelato che il nome sarebbe una combinazione delle due frasi "death water" e "dark father" ("acqua mortale" e "padre oscuro") (…) Un’altra teoria si basa sulla scelta dei nomi degli altri Sith che, nella versione originale, sono molto evocativi: Sidious (che ricorda Insidious, cioè Insidioso), Maul (ferita provocata da un animale feroce), Grievous (dolore, lutto). Seguendo questa teoria, il nome "Vader" dovrebbe ricordare "Invader", cioè invasore”. Credit per l’immagine: © & ™ Lucasfilm Ltd. -
  • Jedi - Il nome dell’ordine dei cavalieri non ha un’unica origine. Da una parte si pensa che “sia un tributo al regista giapponese Akira Kurosawa e in particolare ai suoi film sui samurai: infatti, la parola giapponese che si usa per indicare questo particolare genere è "jidai-keki". Potremmo considerarla una coincidenza se non fosse per il fatto che Lucas ha ripetutamente citato Kurosawa come propria fonte di ispirazione e ha addirittura detto che i litigiosi paesani de "La fortezza nascosta" hanno ispirato R2-D2 e C-3PO”. Un’altra fonte di ispirazione potrebbe essere più fantascientifica: “Gli appassionati di fantascienza sicuramente affermeranno che il vocabolo è stato ispirato ai signori di Barsoom del cosiddetto "Ciclo di Marte" ai quali ci si rivolgeva con l’onoreficenza "Jed" o "Jeddak”. Credit per l’immagine: © & ™ Lucasfilm Ltd. -
  • Obi-Wan Kenobi - Anche qui un altro “omaggio ai film sui samurai di Akira Kurosawa e alla cultura giapponese”, spiega Babbel. Obi" è il nome della fascia utilizzata per chiudere il kimono, "ken" è la traduzione giapponese di spada e infine "wan" ricorda l’onoreficenza giapponese "san”. Credit per l’immagine: © & ™ Lucasfilm Ltd. -
  • Chewbecca - Non c’è certezza sull’origine del nome dell’alieno Wookie, ma secondo Babbel il suono ricorda molto собака, il vocabolo russo che significa "cane". Credit per l’immagine: © & ™ Lucasfilm Ltd. -
  • Yoda - Altro nome la cui etimologia è avvolta dal mistero. “Ci sono ugualmente due possibilità: “yoddha”, parola sanscrita che significa "guerriero", oppure "yodea", parola ebraica che indica "uno che conosce”. Credit per l’immagine: © & ™ Lucasfilm Ltd. -
  • R2-D2 - Altra citazione cinematografica, come ben spiega Babbel: “Il nome originale nasce dal film "American Graffiti", sempre di George Lucas: il regista, infatti, avrebbe sentito il suo tecnico del suono Walter Murch chiedere a un assistente il "Reel 2, Dialog Track 2" (bobina 2, traccia 2). Murch abbreviò il tutto in R-2-D-2. Lucas pensò che fosse un nome molto interessante e lo inserì nel copione di Star Wars”. Credit per l’immagine: © & ™ Lucasfilm Ltd. -
  • Ewok - In questo caso l’origine è tribale. Il nome deriva infatti “dalla tribù indigena di Miwok, abitante del Nord della California. Le scene della luna boscosa di Endor de "Il ritorno dello Jedi", sono state girate proprio in questa zona”. Credit per l’immagine: © & ™ Lucasfilm Ltd. -
/

Dall’origine dei nomi dei personaggi ai diversi idiomi parlati nelle galassie, l’app per l’apprendimento delle lingue straniere Babbel ha rilasciato una interessante guida all’universo linguistico di Guerre Stellari. FOTO