Fotogallery 17 marzo 2016

Margherita Buy, regina dei David

  • Nel 1990, interpreta la giovane protagonista del film La stazione, tratto dalla piece teatrale di Umberto Marino che l'attrice aveva già portato a teatro al fianco di Sergio Rubini e Ennio Fantastichini. L'opera, diretta per il cinema dal protagonista maschile Rubini, allora marito dell'attrice, vale alla Buy il suo primo David di Donatello
  • Nel 1999 vince il secondo David come Migliore attrice protagonista per la sua interpretazione nel film di Giuseppe Piccioni "Fuori dal mondo"
  • Nel 2003 esce nelle sale cinematografiche Caterina va in città di Paolo Virzì, in cui l'attrice interpreta il ruolo di una madre "di provincia": questa interpretazione viene acclamata dalla critica e le vale sia il terzo David di Donatello per la migliore attrice non protagonista
  • Nel 2005 recita in un'altra commedia corale che ha un'ottima accoglienza da parte del pubblico: Manuale d'amore di Giovanni Veronesi. Il suo ruolo nell'episodio della crisi di coppia interpretato accanto all'ex marito Sergio Rubini le fa vincere il quarto David di Donatello per la migliore attrice non protagonista
  • Nell'autunno 2007, esce nelle sale cinematografiche Giorni e nuvole, con la regia di Silvio Soldini, in cui la Buy recita al fianco di Antonio Albanese e interpreta il ruolo di una madre di una famiglia borghese che affronta al fianco del marito la crisi economica e la povertà. La sua interpretazione riscuote consensi dalla critica e le fa vincere il suo quinto David di Donatello
  • Nell'aprile 2013 esce Viaggio sola, di Maria Sole Tognazzi, in cui l'attrice interpreta il ruolo di un'ispettrice alberghiera e per il quale vince il suo sesto David di Donatello come migliore attrice protagonista
  • Nel 2015 ritorna al cinema con un ruolo di spicco in Mia madre di Nanni Moretti, in cui interpreta il ruolo di una regista (alter ego dello stesso Moretti) impegnata nella realizzazione di un film sull'occupazione di una fabbrica, mentre la madre sta morendo in ospedale. Per tale interpretazione vince il settimo David di Donatello
  • Margherita Buy
  • Margherita Buy
  • Margherita Buy
  • Margherita Buy
  • Margherita Buy
/

Margherita Buy è l'attrice che ha, nel corso della sua carriera, vinto più statuette ai Davi d di Donatello. Sette le vittorie come miglior attrice protagonista per La stazione (1991), Fuori dal mondo (1999), Giorni e nuvole (2008), Viaggio sola (2013) e Mia madre (2015) e come miglior attrice non protagonista per Caterina va in città (2004) e per Manuale d'amore (2005). Complessivamente è stata candidata ben 16 volte ai David