Fotogallery 02 settembre 2008

Decameron Pie, meglio tardi che mai

  • Le tre sexy damigelle inglesi protagoniste di Decameron Pie (il titolo originale del film è Virgin Territory). Da sinistra Kate Groombridge (Elissa) Mischa Barton (Pampinea), Rosalind Halstead (Filomena).
  • Il cast al completo di Decameron Pie. Ambientato nella Firenze del XIV secolo, il film aggiorna le suorine licenziose e le castellane procaci del filone boccacesco con la pruderie del genere scollacciato e giovanilistico inaugurato da Porky's
  • Le bellezze d'oltremanica Rosalind Halstead e Kate Groombridge
  • La rossa Rosalind Halstead alle prese con un giovine timidone. Un mix tra Quel gran pezzo dell'Ubalda e Ameican Pie
  • Vista sulla manica. Le bianche scoglie della britannica Rosalind Halstead
  • Elisabetta Canalis è la caritatevole Suor Gabriella
  • Silvia Colloca (Suor Lisabetta) con Mischa Barton
  • Mischa Barton è la bella Pampinea, ricca erediiera
  • Mischa Barton e hayden Christensen. L'ex Anakyn Skywalker è il giovane Lorenzo De Lamberto costretto a rifugiarsi in un convento per sfuggire al ricco Gerbino (Tim Roth)
  • Mischa Barton fasciata in un lungo abito di velluto nero disegnato dallo stilista toscano Roberto Cavalli
  • Una bucolica sequenza di Decameron Pie
  • Lo striptease di Kate Groombridge in Decameron Pie
  • Kate Groombridge in un lap dance antelitteram
  • Una sequeza sexy di Decameron Pie
  • Anna Galiena è la madre badessa di Decameron Pie
  • Per Rosalind Halstead e Kate Groombridge c'è solo l'imbarazzo della scelta
  • Mischa Barton fotografata sulle pagine dell'edizione inglese di GQ
  • Mischa Barton
  • Mischa Barton
  • Kate Groombridge
  • Elisabetta Canalis in uno scatto del calendario di Max
/

Arriva finalmente, venerdì 5 settembre, nelle sale italiane, la piccante pellicola che mescola le novelle di Boccaccio con le commedie sexy alla American Pie. Nel cast Mischa Barton, Tim Roth e le bellezze italiche Elisabetta Canalis e Anna Galiena. La regia del film è dell'inglese David Leland , i costumi di Roberto Cavalli