I 20 migliori film per ragazze

Inserire immagine
Una scena del film Mean Girls

Se maneggiato con cautela, il grande schermo è molto importante nel periodo dell’adolescenza, soprattutto per le fanciulle. Ci sono titoli che aiutano a insegnare valori importanti, fondamentali nel periodo più critico della vita di una ragazza. Da Nanny McPhee - Tata Matilda a La corsa di Virginia, Piccole Donne e Tutti insieme appassionatamente, ecco le pellicole più adatte alle signorine che vanno dai dodici ai quindici anni

di Camilla Sernagiotto

 

Teenager davanti e sullo schermo

 

L’età più critica, quella dell’adolescenza, segna tantissimi ragazzi al punto di lasciare segni indelebili anche sugli ex ragazzi, ossia su quegli adulti scottati nel periodo in cui si è fisiologicamente più vulnerabili e dunque suscettibili.

Oltre all’aiuto genitoriale, familiare, scolastico e psicologico su cui un ragazzino può contare, esiste anche un altro alleato in grado di alleviare i problemi dati dal “periodaccio” per eccellenza: lo schermo.

Il cinema da sempre si occupa dei problemi dell’essere umano, li analizza, li decostruisce e tenta di sviscerarli per poi trovare la soluzione e ricomporli alla meglio.

E se la settima arte fatta da e per gli adulti si concentra sulle problematiche che colpiscono la propria fascia di target, il cinema per ragazzi ovviamente si prende a carico i crucci e le ansie dei suoi protagonisti e fruitori: i teenager.

L’ago della bilancia sul cui piatto è stata messa l’adolescenza pende di più verso il gentil sesso in materia di problematiche legate all’età critica; le ragazze sono, ahiloro, le vittime più bersagliate dai cambiamenti fisici, ormonali e caratteriali legati al passaggio dall’infanzia all’età più adulta, motivo per cui a loro spetta un maggiore occhio di riguardo.

Una particolare attenzione alle ragazze è proprio quella che caratterizza un certo tipo di cinema, quello “a misura di fanciulla”: dai classici come Tutti insieme appassionatamente e Il Mago di Oz ai titoli più recenti quali Nanny McPhee - Tata Matilda e Coraline e la porta magica, i film che hanno come pubblico privilegiato le signorine la cui età anagrafica va dai dodici ai quindici anni sono scritti, diretti e recitati in maniera molto sofisticata e ben studiata, al fine di aiutare le dirette interessate a capire se stesse e di conseguenza il mondo che le circonda.

 

Cinema formato ragazze

 

Nell’oceano immenso di film pensati per le giovani donne, ci sono alcuni titoli particolarmente adatti al periodo della loro metamorfosi interiore ed esteriore.

Molti di questi assiepano la programmazione di Sky Cinema Family, canale che da sempre si dedica anima e corpo agli spettatori più giovani per essere d’ausilio ai genitori, agli insegnanti, ai tutori e agli educatori per iniziarli alla vita e impartir loro valori precipui vigenti nella nostra società.

Chiunque volesse a portata di clic e telecomando una videoteca sicura e ottima per le proprie figlie o nipotine, ecco i venti titoli più adatti e meglio certificati per la visione da parte di una ragazza under 15.

Ricordando sempre che ciò che rende un film ancora più adatto ai figli è il fatto che i genitori lo guardino assieme a loro, commentandolo e discutendone poi le tematiche.

 

La lista delle pellicole migliori per le ragazze

 

 

Nanny McPhee - Tata Matilda (2005)

La mitica Tata Matilda è una Mary Poppins che atterra magicamente a casa di un vedovo alle prese con sette figlioletti pestiferi. Ovviamente Matilda, proprio come la sua collega Mary Poppins, riuscirà a sistemare le cose e a far risplendere l’equilibrio tra quelle mura.

Questo film, adatto a tutti i bambini, dai più piccoli ai più grandi, è particolarmente indicato per le ragazze perché dimostra come la mera bellezza esteriore sia poco importante: Tata Matilda, al momento dell’arrivo nella casa, è di una bruttezza a dir poco orripilante! Saranno poi i suoi successi educativi a tramutarla magicamente in una donna bellissima e adorabile. Questa metafora aiuterà le giovani spettatrici a capire che la bellezza non è data dall’aspetto fisico bensì da ciò che si annida interiormente in una persona.

 

 

Ricetta per un disastro (2003)

I coniugi Patrick e Marie Korda stanno aprendo il loro ristorante ma si accorgono all’ultimo di non avere i permessi necessari, così sono costretti a correre in municipio lasciando ai giovani figli la gestione del locale all’apertura. Immedesimandosi nel personaggio di Rebecca, la sorella maggiore che giocherà un ruolo cruciale nella buona riuscita della serata, le spettatrici capiranno quanto siano in grado di badare a se stesse e agli altri anche le ragazze giovani come loro. Dopo la visione di questo film, potrete farvi sostituire tranquillamente dalle vostre figlie nella vostra attività. Sempre che non facciate il chirurgo…

 

 

Kiki - Consegne a domicilio (1989)

Kiki è una giovane strega che, compiuti i 13 anni, parte da casa sulla sua scopa per l'anno di noviziato da svolgere in un'altra città, come vuole la tradizione. Ad accoglierla ci saranno soltanto un’estrema freddezza che la deluderà non poco ma la ragazza incomincerà a inserirsi nella cittadina e a imparare a riconoscere il lato buono che si annida in ogni persona. Durante questa sua maturazione, Kiki passa dall’essere euforica all’essere depressa, con repentini sbalzi di umore che la destabilizzeranno continuamente ma che le faranno capire che la vita è fatta di alti e bassi.

Questo capolavoro animato di Miyazaki aiuta le giovani fanciulle a comprendere che non sono le sole a sentirsi così strane nel periodo dell’adolescenza ma che tutte quante ci passano, volenti e nolenti. Inoltre la pellicola tratta una tematica alla quale le teenager sono assai sensibili: l’accettazione da parte degli altri. Come Kiki pian piano capirà che gli abitanti della cittadina, inizialmente freddi e distaccati, hanno qualcosa di buono e genuino da offrire, così anche le spettatrici saranno portate a pensare e a sperare che niente e nessuno è mai buono o cattivo a tutto tondo.

 

 

Sky High - Scuola di superpoteri (2005)

Stronghold e Jetstream sono due supereroi famosissimi sul Pianeta Terra. Il primo è l'eroe più forte esistente, la seconda è capace di volare e assieme formano una coppia perfetta.

Come tutti i supereroi che si rispettino, hanno una seconda identità normale: sono due agenti immobiliari con un figlio, Will, che sperano diventi un supereroe come lui ma che sembrerebbe sprovvisto di qualsivoglia potere. Si scoprirà poi che Will di poteri ne ha eccome e li scoverà proprio grazie all’aiuto della sua famiglia.

Un film che insegna in maniera creativa e originale, con una metafora supereroica, quanto sia importante l’affiatamento familiare. Le spettatrici capiranno che l’unione fa la forza, soprattutto all’interno del proprio nucleo familiare, grazie all’aiuto del quale saranno davvero imbattibili come supereroine!

 

La corsa di Virginia (2002)

Virginia Lofton è una giovane ragazza che vive assieme al padre pescatore in un paesino del Massachusetts, orfana dopo la scomparsa della madre causata da una rovinosa caduta da cavallo. Virginia ha ereditato dalla madre la passione per i cavalli ma viene ostacolata in ogni modo dal padre che teme di perdere pure lei. Ma Virginia non attaccherà al chiodo il suo sogno, andando fino in fondo con le dovute cautele e precauzioni e, non da ultimo, con la benedizione e il beneplacito del padre.

Una pellicola che insegna alle teenager che i sogni vanno vissuti e che le aspirazioni devono essere seguite fino alla fine per non avere mai rimpianti.

 

Colpa delle stelle (2014)

Hazel e Augustus sono due adolescenti malati di tumore che frequentano lo stesso gruppo di supporto per giovani malati. Si innamoreranno, rendendosi immuni ai seri problemi legati alla malattia eassorbiti soltanto dalla loro romanticissima e dolcissima storia d'amore.

Un film profondo, sensibile rispetto alla tematica delicatissima, da guardare in età adolescente per capire che per vivere un amore meraviglioso non è necessario che tutto sia perfetto. Inoltre la visione aiuta a esorcizzare il tabù di questa malattia, che ancora fatica a essere nominata da quanto fa paura. Ma per combatterla al meglio bisogna conoscerla, nominarla, urlarle dietro e reagire, come i protagonisti della pellicola sapranno fare grazie alla forza dell'amore vero.

 

High School Musical (2006)

La commedia musicale che ha sbancato i botteghini e fatto cantare milioni di adolescenti è una pietra miliare per il cinema giovane. Non c'è modo migliore per avvicinare le ragazze al mondo delle sette note, oltre a quello della settima arte. Inoltre Troy, Gabriella e tutta la classe canterina protagonista del film insegnano ai giovani a collaborare, a cooperare, ad armonizzare per ottenere risultati al top.

Un insegnamento di cui fare tesoro nella vita.

 

Nata per vincere (2004)

Terri Fletcher è una giovane ragazza con un grande dono: un'ugola d'oro. A questo talento si aggiunge un'enorme fortuna, ossia avere un fratello eccezionale, paziente e comprensivo che è anche il suo migliore amico. Dopo un tragico incidente nel quale perderà la vita, Terri si sentirà tremendamente in colpa per la scomparsa del fratello, cadendo così in una depressione profonnda. Scoprirà poco dopo che prima di morire il fratello aveva mandato a sua insaputa un DVD con il provino della sorella a una rinomata scuola di musica, che la sceglierà per far parte del suo promettente organico.

Un film perfetto per le adolescenti, soprattutto quelle dotate di un talento artistico da coltivare. Oltre a stimolare la voglia di sviluppare le proprie doti canore, questa pellicola insegna alle ragazze anche a dribblare i sensi di colpa, facendo loro capire che non possono avere influenza alcuna sul destino.

 

Mean Girls (2004)

Candy Heron ha quindici anni ed è cresciuta in Africa, Paese nel quale ha sviluppato un'invidiabile tenacia e determinazione. Ritornata a vivere in America, dovrà però fare i conti con le superficiali e cattive compagne del lice, che la vesseranno in ogni modo facendole passare addirittura la voglia di recarsi a scuola. Ma alla fine il carattere forte di Candy avrà la meglio e riuscirà a rimettere in riga le bullette della scuola.

Una commedia adatta alle adolescenti che, come spesso accade, hanno problemi di relazioni e bullismo a scuola. Calandosi nei panni della protagonista, capiranno come dalla parte del torto siano soltanto le ragazze e i ragazzi che fanno soprusi e scherzi agli altri e che la colpa non è mai delle vittime.

 

Annie - La felicità è contagiosa (2014)

Annie è una bambina di dieci anni che è stata abbandonata dai genitori quando ne aveva solo quattro. Della sua famiglia le è rimasto solo un ciondolo e un biglietto con scritto che sarebbero venuti a riprenderla.

Una pellicola che insegna alle ragazze a sorridere di fronte a ogni avversità perché la vita, anche quando sembra andare a rotoli, riserva sempre qualcosa di buono dietro l’angolo.

 

La Bella e la Bestia (1991)

Il celeberrimo lungometraggio d’animazione della Disney che narra di Belle, la fanciulla che per salvare il padre Maurice si offre come prigioniera nel castello della terrificante Bestia, è un classico del cinema per ragazzi e non solo.

Questo film è molto amato dalle ragazze perché si tratta di una favola davvero entusiasmante, inoltre è particolarmente indicato perché insegna ad andare oltre alle apparenze: anche una spaventosa Bestia può nascondere sotto alla propria orribile scorza un cuore puro e amabile.

Una storia d’amore davvero commovente ed educativa.

 

Coraline e la porta magica (2009)

Trasferitasi da poco in una casa nuova, Coraline soffre la solitudine perché i genitori non la considerano e lei trascorre le giornate da sola, in compagnia del suo gatto. E proprio come un’altra celebre ragazzina che ha un gatto, Coraline vivrà un viaggio onirico e fantastico come se fosse una nuova Alice. Il Paese delle Meraviglie, tuttavia, qui ha qualcosa di macabro, essendo legato alla morte…

Un film adatto alle ragazze perché si immedesimeranno nella protagonista e con lei vivranno avventure che le aiuteranno a esorcizzare la morte, a superare il senso di solitudine e ad armarsi di coraggio per affrontare la vita fino in fondo.

 

 

Matilda sei mitica (1996)

Matilda Wormwood è una bambina di sei anni dotata di una straordinaria intelligenza e di una sensibilità sopraffina per le quali capisce il mondo e gli altri molto meglio degli adulti. Tenterà così di fare riflettere i grandi che la circondano, a cominciare dal padre disonesto, dalla madre superficiale e dal fratello prepotente.

Un divertente film perfetto per le ormai ex bambine che si immedesimeranno perfettamente nella piccola Matilda, molto più avanti rispetto alle sue coetanee. E capiranno che spesso i più piccoli la sanno più lunga dei genitori ma, come Matilda stessa fa, è sempre bene non confondere i ruoli e mantenere il giusto rispetto nei confronti degli adulti.

 

 

Galline in fuga (2000)

Il film d’animazione racconta la storia di un allevamento di galline scontente della propria condizione e che cercano quindi disperatamente di scappare. Stufe di produrre uova dalla mattina alla sera per poi essere uccise dai proprietari dell’allevamento non appena troppo vecchie, le galline escogitano innumerevoli piani per fuggire, capitanate dalla furba e saggia Gaia.

Una pellicola divertente e intelligente che insegnerà alle ragazze il rispetto per gli animali, le problematiche legate allo sfruttamento di essi e infine l’importanza della collaborazione, specie se all’interno di un gruppo femminile: come nel pollaio, anche nella società umana è l’unione che fa la forza!

 

Cenerentola (1950)

Le disavventure e le sfortune della povera Cenerentola, vessata dalla matrigna e dalle proverbiali sorellastre, è un classico per le bambine di ogni età. Mentre le più piccole ne apprezzeranno il vestito della sera del ballo, la scarpetta e le canzoni, le più grandi saranno in grado di leggere in questa tradizionale fiaba tradizionale sullo schermo una morale molto importante: nonostante sia ridotta in schiavitù e bistrattata da tutti, Cenerentola rimane una ragazza buona, gentile e altruista e sarà proprio questo a ripagarla e a donarle finalmente la felicità.

 

Nausicaä della Valle del vento (1984)

Dopo una catastrofica guerra termonucleare che rovina l’ecosistema del pianeta Terra, la Giungla diventa tossica a causa delle sue piante che si tramutano in pericolosi concentrati di veleno. Molti sosterranno che la giungla va dunque distrutta con il fuoco mentre Nausicaä, figlia del sovrano Jihl amata e venerata dal suo popolo, si batterò coraggiosamente per far capire a tutti che è possibile convivere con la giungla e che le piante sono diventate velenose a causa dell’inquinamento provocato dall'uomo nei secoli.

Un film che insegna alle ragazze ad avere una coscienza ecologica e a battersi per i propri ideali, dunque fondamentale per forgiare il carattere di una donna e, in generale, di un essere umano degno di questo nome.

 

 

Alice nel Paese delle Meraviglie (1951)

Il celeberrimo film di animazione della Disney ispirato dall’altrettanto famosa opera di Lewis Carroll racconta le avventure picaresche e oniriche della giovane Alice. Tra incontri con personaggi strampalati, ostacoli da oltrepassare, decisioni da prendere e scelte da ponderare, la storia altro non è se non la metafora del passaggio dall’infanzia alla vita adulta. Dato che le ragazze che vanno dai dodici ai quindici anni stanno vivendo proprio questa metamorfosi, la pellicola in questione aiuta a lasciarsi alle spalle più facilmente l’essere bambine per diventare ragazze con nuove responsabilità.

 

 

Labyrinth - Dove tutto è possibile (1986)

Sarah è una quindicenne figlia di genitori separati che non accetta il divorzio dei suoi né tantomeno la nuova famiglia del padre, risposatosi con una donna dalla quale ha avuto un bambino. La ragazza si sente sola e scontenta della sua vita perciò si rifugia nel mondo fantastico racchiuso nel suo libro preferito, Labyrinth. Una sera, per magia, le pagine del suo libro prenderanno vita, trascinandola in una storia fantastica e allucinata che le farà capire che la sua vita, in fin dei conti, non è affatto pessima come credeva.

Un film adatto alle ragazze che amano le storie fantasy dalle quali, in questo caso, impareranno che a volte la fantasia non è migliore della realtà, anzi. Perfetto per le teenager un po’ solitarie, figlie di genitori divorziati e arrabbiate con la vita che, immedesimandosi in Sarah, apriranno gli occhi circa la loro condizione nient’affatto deprecabile.

 

Il mago di Oz (1939)

Dorothy è la pioniera delle ex bambine cinematografiche che diventano grandi grazie a un viaggio fantastico. Come Alice, Coraline e Sarah di Labyrinth, anche lei vivrà un’avventura picaresca che la porterà a conoscere personaggi assurdi, a visitare luoghi incantati e a superare ostacoli che a prima vista sembrerebbero insormontabili.

Anche in questo caso le giovani spettatrici, immedesimandosi in lei, vivranno una sorta di iniziazione che le porterà a dire addio all’età dell’infanzia per abbracciare la nuova veste di donna adulta che sa scegliere, difendersi e lottare per quello in cui crede.

 

Tutti insieme appassionatamente (1965)

La favola musicale che vede Maria, orfanella allevata in un convento e prossima ai voti per diventare suora, entrare nella famiglia del Comandante Georg Ritter von Trapp e dei suoi sette figli prima come tata e poi come nuova mamma è un classico intramontabile.

Le ragazze adorano questo film per la sua genuinità e semplicità, per la musicalità della storia nonché per le armonie delle canzoni a dir poco orecchiabili. Ma soprattutto perché Tutti insieme appassionatamente insegna che il destino di ciascuna non è mai segnato indelebilmente alla nascita e nemmeno da nessuna delle scelte che una donna può fare: ciascuna è artefice del proprio fato in qualsiasi momento e può cambiare direzione alla propria esistenza sempre, parola di un’ex novizia che è tornata sui suoi passi per sposare l’uomo che amava e diventare la madre dei bambini che adorava.

 

Pomi d’ottone e manici di scopa (1971)

Durante la seconda guerra mondiale un'apprendista strega si mette alla ricerca di un libro magico che contiene formule molto preziose e potenti, aiutata da tre bambini assai coraggiosi. Una volta ritrovato, riusciranno a sabotare lo sbarco dei tedeschi sulla costa inglese.

Una pellicola di culto che insegnerà alle ragazze l’importanza dell’eroismo e del battersi per la salvezza propria e degli altri. Una bella favola sul cui sfondo si staglia l’incubo della seconda guerra mondiale e della guerra in generale, veri e propri mostri che i giovani d’oggi devono imparare comunque a conoscere per saperli evitare accuratamente.

 

Tutto accadde un venerdì (1976)

Ellen e Annabel sono una madre e una figlia in eterna lotta. Il loro rapporto è conflittuale, tra loro manca il dialogo e si rimproverano a vicenda di non capirsi affatto. Un giorno, durante l’ennesima litigata, ciascuna augura all’altra di ritrovarsi nei propri panni, per capire una volta tanto che cosa significa. E, come per magia, il loro desiderio viene esaudito la mattina di un venerdì: la mamma si ritrova nei panni della figlia e viceversa.

Un film divertente e intelligente, particolarmente adatto alle ragazze che stanno vivendo il periodo dell’adolescenza, caratterizzato dalla proverbiale conflittualità con la madre.

Vedendo sullo schermo le disavventure di madre e figlia che si scambiano i ruoli, le teenager saranno più clementi nei confronti delle madri e meno arrabbiate, trovando gli spunti giusti per riderci sopra e per sdrammatizzare i piccoli problemi che un’adolescente vede insormontabili ma che spesso si rivelano sciocchi e insulsi.

 

Sister Act - Una svitata in abito da suora (1992)

Deloris Van Cartier è la solista di un trio di musica blues nonché amante del proprietario del casinò nel quale si esibisce. Tra una litigata e l’altra con il suo compagno, coinvolto a sua insaputa nella malavita, si ritrova suo malgrado ad assistere all’omicidio di un uomo. L’amante, pur di metterla a tacere, cerca di farla fuori ma Deloris riesce a recarsi alla polizia. Il tenente Eddie Souther convincerà la donna a testimoniare contro l’amante e, aspettando il processo, la nasconderà in un convento sotto falsa identità: nei nuovi ecclesiastici panni di Suor Maria Claretta.

Un film divertentissimo che ha fatto ridere a crepapelle generazioni intere di ragazze e non solo. È adatto alle teenager perché insegna loro a seguire sempre la giustizia, senza mai farsi appannare il cervello dall’amore: come Deloris non scenderà a compromessi e, scoperti i loschi affari e i crimini dell’amante, deciderà di deporre contro di lui, così le spettatrici capiranno che nella vita è sempre fondamentale seguire la rettitudine. La stessa rettitudine che un’insospettabile Suor Maria Claretta alla fine insegnerà a tutti quanti.

 

Piccole Donne (1994)

La celebre saga familiare che racconta di quattro figlie e della loro madre è diventata un classico non solo della letteratura (il libro di Louise May Alcott è uno dei titoli più famosi della storia) ma anche dello schermo. Remake del film del 1949, questa nuova trasposizione cinematografica che vede un cast eccezionale composto da nomi come quello di Winona Ryder, Kirsten Dunst, Claire Danes, Susan Sarandon e Christian Bale è un vero gioiellino filmico.

Ad apprezzarlo particolarmente saranno le ragazze che si immedesimeranno appieno nelle mitiche Jo, Meg, Beth e Amy. Oltre a cementare il rapporto fraterno con le proprie eventuali sorelle, questa pellicola insegnerà loro quanta forza, coraggio e caparbietà si annidi in ciascuna donna.

Un vero e proprio manifesto di sobrio femminismo che insegnerà alle teenager a essere fiere di potersi dire donne.