I 20 migliori film di ballo

Inserire immagine
Danny e Sandy ballano in Grease

Il set è una delle piste di ballo predilette, parola dei cast delle tantissime pellicole danzerecce che si susseguono anno dopo anno. Ce ne sono alcune entrate a gamba tesa nella storia dello schermo: da West Side Story a La Febbre del Sabato Sera, da Chicago a Grease, ecco i titoli da non perdere per chi vuole muovere i primi passi nella danza di cellulosa

di Camilla Sernagiotto

 

Danza primordiale

 

Prima ancora di esseri pensanti, siamo esseri danzanti.

Un’emozione ci arriva prima alle gambe rispetto al cervello, motivo per cui quando ancora non ci accorgiamo di avere paura abbiamo le cosiddette gambe che fanno “Giacomo Giacomo”, così come prima di capire che quello che esce dagli altoparlanti è il nostro pezzo dance del cuore, i piedi stanno già tenendo il tempo.

La musica è qualcosa che entra dentro l’anima bypassando i nervi e, di conseguenza, i nervi che ne risentono e incominciano a scatenarsi vanno a briglia sciolta, senza badare al perché e al percome.

È per questo che la danza è un qualcosa di ascrivibile alla sfera primordiale, un aspetto ancestrale di retaggio tribale che ci caratterizza anche in questa società ormai ben lontana da quella genuina primitività propria degli avi degli avi dei nostri avi.

Oltre al ballo (che non dà certo segni di cedimento, parola dei cultori di Zumba, Lambada e via dicendo), un altro divertissment che, sotto le spoglie di essere tale, cela un profondo significato è il cinema.

Benchè con il termine “fiction” si annoverino opere spesso confuse con mero intrattenimento, non c’è film girato, prodotto e proiettato che non semini nella mente dello spettatore il germoglio di un’idea, dunque smettiamo di pronunciare la suddetta “parolaccia” di genere come qualcosa appartenente alla cultura bassa!

E parlando di pop culture per eccellenza, esempi di fiction che hanno fatto sbocciare non solo idee ma tanta azione sono le pellicole a tema danzante.

L’azione di cui sopra è quella che connota le nostre gambe, braccia, bacini e teste mentre assistiamo alla visione di cult di ballo del calibro di West Side Story, La Febbre del Sabato Sera, Chicago e Grease: non c’è bacino che possa esimersi dall’ondeggiare guardando le piroette di Danny Zuko e Sandy Olsson o i balli proibiti in cui si contorcono Johnny Castle e Frances "Baby" Houseman.

 

La lista delle migliori pellicole sulla danza

 

In quell’enorme pista da ballo sulla quale si muovono decine e decine di titoli cinematografici che hanno per protagonisti dei ballerini, ci sono venti film ai quali nessuno dovrebbe mai rinunciare.

Ecco l’elenco di pellicole dopo le quali non riuscirete a stare fermi, stilato in rigoroso ordine alfabetico.

 

 

A time for dancing (2000)

Regista: Peter Gilbert

Cast: Larisa Oleynik, Shiri Appleby, Peter Coyote

 

Sam e Jules sono due ragazze inseparabili fin dai tempi delle scuole elementari. Ma da migliori amiche attraverseranno una crisi che le porterà a cambiare, soprattutto idea. Ad accomunarle, una passione per il ballo che invece mai e poi mai si modificherà.

Un film da vedere se si soffre del Ballo di San Vito, quello metaforico: se si ha sempre voglia di aprire le danze, A time for dancing è l’opera giusta da gustarsi.

 

 

Billy Elliot (2000)

 

Regista: Stephen Daldry

Cast: Jamie Bell, Julie Walters, Gary Lewis, Jamie Draven, Jean Heywood

 

Nell’Inghilterra del Nord degli anni Ottanta, Billy è un ragazzino di undici anni che frequenta in una palestra un corso di boxe. Durante i suoi allenamenti si tengono anche le lezioni di danza classica per un gruppo di ragazzine e Billy ne è letteralmente incantato. Deciderà di abbandonare il pugilato per sposare la sua nuova, bruciante passione e dedicarvisi anima e corpo nonostante il padre e il fratello tentino di ostacolarlo in ogni modo.

Un vero capolavoro che, oltre a rendere giustizia all’arte danzereccia declinata al maschile, insegna che il fine giustifica i mezzi e che un sogno è sempre da inseguire, sia a occhi chiusi sia a occhi aperti.

 

 

Bolero (1981)

Regista: Claude Lelouch

Cast: Robert Hossein, Nicole Garcia, Geraldine Chaplin, Daniel Olbrychski, Jorge Donn, Eva Darlan, Ginette Garcin, Francis Huster, Jean-Pierre Kalfon, Nicole Croisille, Evelyne Bouix, James Caan, Fanny Ardant, Richard Bohringer, Rita Poelvoorde, Raymond Pellegrin, Paul Preboist, Alexandra Stewart, Marthe Villalonga, Jacques Villeret

 

Quattro famiglie vengono seguite nelle loro intriganti storie durante un arco di tempo che va dal 1936 al 1980. Ciascun nucleo appartiene a una nazione differente, rispettivamente Stati Uniti, Urss, Germania e Francia, ma tutti sono accomunati dalla passione per la musica tipica del loro Paese: il jazz per la famiglia americana, il balletto per quella russa, la musica di cabaret per quella francese e la musica classica per la famiglia tedesca. Questa passione musicale sarà trasmessa a più generazioni, arrivando dagli anni Trenta a toccare il cuore dei figli dei figli negli anni Ottanta.

Una saga familiare che in realtà si compone di più saghe familiari; un film delizioso e coinvolgente che tramite il ballo e la musica insegna valori come il rispetto della famiglia e l’importanza di essere uniti.

 

 

Burlesque (2010)

Regista: Steve Antin

Cast: Christina Aguilera, Cher, Cam Gigandet, Stanley Tucci, Kristen Bell

 

Ali (interpretata da una procace Aguilera) è una ragazza di provincia con un talento canoro notevole che si trasferisce a Los Angeles per tentare fortuna come cantante. Per guadagnarsi da vivere, inizia a fare la cameriera presso il Burlesque Lounge, un locale notturno di tipo burlesque gestito da Tess (la mitica Cher). Ma da cameriera a ballerina del club, il passo è breve. Ma anche se breve è a ritmo di seduzione!

Un musical originale e provocante con due interpreti eccezionali e musiche da pelle d’oca. Da vedere e rivedere e rivedere.

 

 

Cabaret (1972)

Regista: Bob Fosse

Cast: Liza Minnelli, Michael York, Helmut Griem, Fritz Wepper, Marisa Berenson, Joel Grey

 

In una Berlino targata anni Trenta nella quale sta per insinuarsi il nazismo, Sally Bowles (interpretata dalla divina Liza Minnelli) fa la cantante in un cabaret. Ma Sally non è soddisfatta della sua vita, tantomeno della sua carriera in quanto ciò che anela è diventare un’attrice. Per inseguire questo suo sogno, si affiderà a presunti sedicenti produttori.

Un cult che bisogna assolutamente vedere per imparare le mosse giuste dalla maestra Liza.

 

 

Chicago (1983)

Regista: Rob Marshall

Cast: Renée Zellweger, Richard Gere, Catherine Zeta-Jones, Lucy Liu, John C. Reilly, Taye Diggs, Queen Latifah

 

Roxie Hart è una biondina che sogna di entrare nel mondo dello spettacolo. Ammazzerà l’amante che le aveva promesso di introdurla nello showbiz ma dopo essersela portata a letto la scarica in malo modo, così finirà dietro le sbarre. Ma proprio qui, in gattabuia, conoscerà la gatta più scottante sul tetto che già scotta di per sé: Velma, diva dal caschetto nero corvino che è stata arrestata per avere ucciso la sorella e il marito, che se la spassavano alle sue spalle. L’incontro tra queste due femme fatale sarà letteralmente fatale.

Una pellicola gustosa che insegnerà alle donzelle a muoversi in maniera a dir poco seducente, parola di due gattone come Renée Zellweger e Catherine Zeta-Jones.

 

 

Dirty Dancing (1987)

Regista: Emile Ardolino

Cast: Cynthia Rhodes, Jerry Orbach, Jane Brucker, Kelly Bishop, Max Cantor, Lonny Price, Jennifer Grey, Patrick Swayze

 

La sedicenne Baby Houseman segue la famiglia in villeggiatura sulla East Coast. Qui Baby si annoierà e soffrirà non poco la solitudine ma una sera scoprirà che nella parte adibita al personale di servizio dell’albergo in cui alloggia, i camerieri si scatenano in danze sensuali e molto hot. A capitanare la ciurma di ballerini calienti è Johnny Castle, maestro di ballo per i clienti dell’hotel assieme alla sua partner Penny Johnson. Baby rimarrà ammaliata dal fascino di quei balli e, last but non least, da quello sprigionato da Johnny. E il ritmo si impossesserà anche della sua carne e della sua anima.

Un cult del genere di ballo, un capolavoro degli anni Ottanta che ha insegnato a intere generazioni a lasciarsi andare e che sudare è bello! In qualsiasi occasione avvenga…

 

 

Etoile (1989)

 

Regista: Peter Del Monte

Cast: Olimpia Carlisi, Laurent Terzieff, Gary McCleery, Jennifer Connelly

 

Claire è una newyorkese con il pallino della danza che arriva a Budapest con l’intenzione e la speranza di essere ammessa in una famosa scuola di ballo diretta da un anziano e celebre coreografo. L'aspirante ballerina non verrà selezionata, così approfitterà della sua permanenza per visitare la capitale ungherese. In un parco scopre la villa abbandonata di Nathalie Moruth, una ballerina morta un secolo prima. Si identificherà con lei e cadrà sotto l'influenza di Sandor, che pretende vittime da sacrificare al dio del Male perché la danza sia perfetta.

Una fiaba danzante avvincente che terrà incollati allo schermo sia gli amanti del ballo sia i buongustai di storie coinvolgenti e originali.

 

 

Flashdance (1985)

Regista: Adrian Lyne

Cast: Jennifer Beals, Michael Nouri, Lilia Skala, Sunny Johnson, Kyle T. Heffner, Lee Ving, Ron Karabatsos, Belinda Bauer

 

Alex Owens è una ragazza molto bella che di giorno lavora come saldatrice e di notte si esibisce come ballerina nei locali notturni. La sua massima aspirazione è quella di ballare alla scuola di Danza di Pittsburgh. Conoscerà Nick e i due s’innamoreranno ma quando Alex scoprirà che si tratta del suo principale decide di troncare il rapporto perché si sente ingannata. Ma Nick le dimostrerà di amarla d’amore vero e puro.

Un film di culto che ha segnato più generazioni. Oltre a segnarle, ha insegnato loro l’amore per la danza e il mito del ballo, incentivando tanti giovani a misurarsi con questa disciplina.

 

 

Footloose (1984)

Regista: Herbert Ross

Cast: Kevin Bacon, Lori Singer, Dianne Wiest, Sarah Jessica Parker, John Laughlin

 

A causa di un grave incidente avvenuto durante una festa da ballo, in una cittadina di provincia viene bandita la musica e di conseguenza la danza. Ma da un’altra città arriverà un giovane ballerino che, ignaro del divieto, coinvolgerà tutti a ritmo di passi e note.

Un altro capolavoro di genere che vanta un Kevin Bacon eccezionale. Da vedere in un sol boccone.

 

 

Grease (1978)

 

Regista: Randal Kleiser

Cast: John Travolta, Olivia Newton-John, Stockard Channing, Didi Conn, Jeff Conaway, Lorenzo Lamas

 

La storia d’amore più danzante e brillantinosa dello schermo, quella diventata cult che lega i cuori e i bacini ballerini di Danny e Sandy. I due si conoscono durante le vacanze estive e lui, a fine estate, crede che il loro sia un addio, dato che lei è australiana. Ma Sandy abbandonerà Sidney e si trasferirà in pianta stabile nella città di Danny, iscrivendosi al suo liceo.

Un film entrato nella storia del cinema, della musica, della moda… insomma: sotto ogni aspetto questo mostro sacro della settima arte è da vedere e da ballare tutto, seguendo le mosse dei protagonisti, diventate ormai tormentoni del ballo rock ‘n’ roll.

 

 

Il cigno nero (2010)

Regista: Darren Aronofsky

Cast: Natalie Portman, Mila Kunis, Christopher Gartin, Winona Ryder, Vincent Cassel, Barbara Hershey, Sebastian Stan, Toby Hemingway, Kristina Anapau.

 

Nina è una ballerina di una compagnia di balletto a New York. Tutta la sua vita piroetta attorno alle scarpette e la danza diviene per lei un’ossessione. La sua ambizione la porterà a perdere la testa, anzi: a un colpo di testa che le sconvolgerà l’esistenza.

Un capolavoro firmato dal mitico regista Aronofsky, vero marchio di garanzia di qualità.

Da vedere per chiunque ami i tutù e gli esercizi alla sbarra.

 

La Febbre del Sabato Sera (1977)

Regista: John Badham

Cast: John Travolta, Karen Lynn Gorney, Barry Miller, Joseph Cali, Paul Pape, Donna Pescow, Bruce Ornstein

 

Tony Manero è un diciannovenne che, come tutti i suoi coetanei, conta i minuti che lo separano dal sabato sera, appuntamento imperdibile con la pista da ballo nella discoteca 2001 Odissey. La capacità di scatenarsi in maniera coinvolgente e accattivante di Tony lo rendono il reuccio della balera, facendogli mietere vittime (le donne impazziscono per lui) e collezionare elogi.

Una pellicola di culto che ha segnato innumerevoli generazioni. È indubbiamente il film di ballo più celebre che il grande schermo possa offrire, quindi è da vedere assolutamente (sperando che il vostro sia solo un ri-vedere: come si fa a non aver mai guardato La febbre del Sabato Sera?! Ma come vi siete comportati alle feste in tutti questi anni, allora?)

 

 

Mamma Mia! (2008)

Regista: Phyllida Lloyd

Cast: Meryl Streep, Pierce Brosnan, Colin Firth, Stellan Skarsgård, Julie Walters, Dominic Cooper, Amanda Seyfried, Christine Baranski, Philip Michael Thomas, Nancy Baldwin, Heather Emmanuel.

 

Sophie è prossima alle nozze ma, prima di incedere verso l’altare, vorrebbe conoscere suo padre. Non sapendo in che modo trovarlo, legge di nascosto il diario della madre e scopre che potrebbe trattarsi di uno dei tre amori giovanili di lei, così decide di invitarli tutti al suo matrimonio, cercando di tenerli ben nascosti dalla madre che mai e poi mai approverebbe.

Un musical e un film entrati a pieno titolo nella storia del ballo. Non guardarlo sarebbe una vera scivolata in pista e scivolone nella vita.

 

Moulin Rouge (2001)

Regista: Baz Luhrmann

Cast: Nicole Kidman, Ewan McGregor, Jim Broadbent, John Leguizamo, Richard Roxburgh

Nella Parigi di fine Ottocento si trasferisce Christian, giovane scrittore che prende dimora nel quartiere focoso e vivace di Montmartre per respirare quell’atmosfera bohémien che gli serve per l’ispirazione giusta. Qui conoscerà una vivacissima compagnia teatrale, guidata dal pittore Henri de Toulouse-Lautrec, intenta a provare il primo spettacolo della rivoluzione bohémienne da proporre all'impresario Zidler che organizza gli spettacoli del Moulin Rouge. Christian incontrerà il "Diamante Splendente", ossia Satine, la stella del Moulin Rouge che farà breccia nel suo cuore.

Un capolavoro degno di Baz Luhrmann che rende il ballo qualcosa di più sensuale del sesso. Provare per credere…

 

Saranno Famosi (1980)

Regista: Alan Parker

Cast: Irene Cara, Lee Curreri, Laura Dean, Antonia Franceschi, Boyd Gaines, Albert Hague, Tresa Hughes

Alla NYC's High School for Performing Arts, la scuola superiore di arti drammatiche di New York, i giovani iscritti sono pieni di sogni e di aspirazioni. Tutti vorrebbero ottenere quel successo che in realtà solo ad alcuni sarà concesso.

Un film che ha segnato le generazioni nate negli anni Ottanta e che, al solo guardarlo, fa venire voglia di fare qualche passo di danza, giusto per sgranchirsi un po’.

 

The Rocky Horror Picture Show (1975)

Regista: Jim Sharman

Cast: Susan Sarandon, Tim Curry, Barry Bostwick, Richard O’Brien, Meat Loaf

Janet e Brad sono due morigerati e pudichi fidanzati che nel bel mezzo di un temporale si ritrovano a bussare alla porta di un castello per chiedere rifugio per la notte. Il maggiordomo Riff Raff li porterà al cospetto del padrone di casa, il Dr. Frank-N-Furter, abbigliato solo di tacchi a spillo, calze a rete, baby doll e guanti di pizzo.

Da qui in avanti succederà di tutto e di più, sempre a suon di musica e ritmo di danze scatenate.

Un capolavoro del genere musicale che ha fatto storia. Per una volta almeno, si tratta di una pellicola del Vecchio Continente, girata e prodotta in Gran Bretagna.

 

Un americano a Parigi (1951)

Regista: Vincente Minnelli

Cast: Nina Foch, Gene Kelly, Leslie Caron, Oscar Levant, Georges Guétary

Jerr Mulligan arriva a Parigi dopo la prima guerra mondiale e qui decide di coltivare la sua grande passione: la pittura. Desterà l’interesse di una ricchissima ereditiera con il pallino dei quadri e degli amanti. Dopo un flirt tra i due, Jerr capirà che il mondo fatto di lussi, agi, ricchezze e bagordi non è alla sua portata e scoprirà di essere attratto irresistibilmente da Lise, una francesina giovane e povera, ben diversa dall’ereditiera.

Un classico del cinema che ha insegnato a muovere i primi passi sullo schermo a tanti attori ma anche a tanti aspiranti ballerini.

 

West Side Story (1961)

Regista: Robert Wise, Jerome Robbins

Cast: Paul Walker, Matthew Lillard, Anna Paquin, Kevin Pollak, Alexis Arquette, Kieran Culkin, Elden Henson

Una vera tragedia musicale e danzante che vede protagoniste, a mo’ di Montecchi e Capuleti, i Jets e gli Squali, due bande giovanili rivali che si contendono il territorio di un quartiere popolare di New York, il West Side

La goccia che fa traboccare il vaso è l’amore tra Tony, ex Jets, e Maria, la sorella del capo degli Squali. Una storia degna di Shakespeare che fa della musica e del ballo le sue armi di lotta.