Fotogallery 17 dicembre 2016

I migliori film del 2016 per Cahiers du Cinema: un anno al femminile

  • Film dell’anno per la rivista di cinefili francesi è “Toni Erdmann” della regista tedesca Maren Ade. Nella sale italiane arriverà dal gennaio 2017. Parla di una giovane manager che lavora in Romania, la cui vita viene scombussolata dall’arrivo del padre -
  • Al secondo posto troviamo un altro film al femminile: “Elle” di Paul Verhoeven con una spettacolare Isabelle Huppert, attrice protagonista dal carattere forte che deve fare i conti con un episodio di stupro -
  • Al terzo posto un film stroncato da molti critici, ma amato da Cahiers du Cinema: l’estetizzante “The Neon Demon” di Nicolas Winding Refn (Drive). Protagonista è una giovane aspirante modella interpretata da Elle Fanning -
  • Al quarto posto un’altro film al femminile con Sonia Braga nei panni di Clara, critico musicale in pensione rimasta a vivere in un palazzo in decadenza. La regia di “Aquarius” è del portoghese Kleber Mendonça Filho -
  • Al quinto posto troviamo “Ma Loute” di Bruno Dumont, film d’epoca (1910) ambientato sulla Côte d'Opale, con Juliette Binoche, Valeria Bruni Tedeschi, Fabrice Luchini, Jean-Luc Vincent -
  • Al sesto posto il ritorno di Pedro Almodovar con “Julieta” ispirato ai racconti di “In fuga” di Alice Munro. Anche qui la protagonista è donna: Emma Suárez nei panni di Julieta -
  • Settimo posto per “Rester Vertical”, film del francese Alain Guiraudie (già autore del thriller gay “Lo sconosciuto del lago”) che vede protagonista uno sceneggiatore in crisi che si ritira nella regione agricola della Lozère -
  • Ottavo posto per “La loi de la jungle”, film d’autore di Antonin Peretjatko che racconta le peripezie di un funzionario del ministero francese nella Guiana (America centrale) -
  • Nono posto per un’altra grande interpretazione al femminile: la “Carol” girata da Todd Haynes con Cate Blanchett, Rooneu Mara -
  • Chiude la top-ten il documentario di Claire Simone “Le bois dont le reves son faits” che racconta come si vive all’interno del Bois de Vincennes, grandissimo parco di Parigi -
/

Lo scorso anno aveva vinto “Mia Madre” di Nanni Moretti. Quest’anno nessuno italiano nella classifica della Bibbia del cinema francese. Che invece consacra diverse pellicole con grandi protagoniste (e interpreti) donna. Da “Toni Erdman” a “Elle”, passando per “The Neon Demon”, “Julieta” e “Carol”. Guarda le FOTO