I migliori film romantici per le ragazze

Inserire immagine
Una scena con Bella ed Edward dal film Twilight, uno dei film più romantici per ragazze.

Dai classici come Il tempo delle mele e Titanic alle storie romantiche dalle tinte tenebrose come Twilight, il grande schermo è costellato di pellicole capaci di fare palpitare i cuori delle spettatrici più giovani. Ecco tutti i migliori film romantici perfetti per le teenager che sognano di innamorarsi come le protagoniste di questi capolavori di genere

di Camilla Sernagiotto

 

In amore non ci sono regole.

Nei film d’amore, invece, ne esistono di ferree.

 

Storie tormentate, gelosie corrosive, passioni che sbocciano dalle amicizie, relazioni ostacolate...

Se Propp avesse studiato i film d’amore anziché le fiabe russe, il suo celebre schema narrativo avrebbe come acme un’unica azione imprescindibile: il bacio.

 

Più appassionato è, meglio la pellicola viene, ecco la ricetta-base per preparare manicaretti di passione formato grande schermo.

Di questo filone così amato dai palati romantici esiste un sottogenere creato ad hoc per le papille gustative più fresche e giovani, ossia quello dei teen romance movie.

Spesso ambientati nelle scuole, lungo i corridoi liceali o i campi da basket, hanno sempre come protagonisti teenager in piena tempesta ormonale e tormentati dai problemi che da che mondo è mondo assillano i cuori adolescenziali.

Nonostante il target sia principalmente quello rosa composto da ragazze, in realtà anche i maschietti ne vanno ghiotti benché il loro wannabe machismo gli impedisca di palesarlo.

 

Per tutte le ragazze che ancora non hanno stilato la propria lista del cuore dei film romantici preferiti e per tutti quei ragazzi che si riducono a guardare Titanic di notte tra le lacrime, nascosti tra le lenzuola per non farsi scoprire dai fratelli, ecco i titoli più belli che vi faranno palpitare il cuore.

 

 

I migliori film romantici per le ragazze

 

Il tempo delle mele (1980)
 

Questo celeberrimo titolo è diventato sinonimo di genere amoroso per ragazzi, dando il via a un filone che dagli anni Ottanta a oggi ha registrato un successo pazzesco.

La storia è quella di Vic Berreton, una tredicenne che vive a Parigi e frequenta le scuole superiori. La pellicola racconta dei suoi primi amori e dei relativi tormenti che questi si portano inevitabilmente dietro: gelosie, emozioni, tradimenti e conflitti generazionali con i genitori saranno il pane quotidiano dell’adolescenza di Vic.

Ma la vera protagonista del film è la storia d’amore con Mathieu, il primo grande amore della ragazza. In quella storia ogni spettatore è in grado di rispecchiarsi poiché si tratta dell’archetipo di tutti i primi amori.

Nessuna teenager può dirsi tale senza aver guardato almeno otto volte Il tempo delle mele!

 

Romeo + Giulietta di William Shakespeare (1996)

Quel genio visionario di Baz Luhrmann rielabora in chiave postmoderna la celeberrima tragedia di Shakespeare, tramutandola in un crime movie che assicura un’adrenalina à la Gomorra.

Ma il lato più interessante di questo adattamento cinematografico rimane la storia d’amore, quella per eccellenza: il Montecchi e la Capuleti in questione sono due eccezionali Leonardo Di Caprio e Claire Danes la cui passione fa scintille sullo schermo.

Questo film è quello che ha assicurato il successo planetario al Divo di Hollywood, trasformandolo nel fidanzatino d'America: non c'è donna che fu ragazza negli anni Novanta che non si perse negli occhioni di questo attore incantevole. Anche le ragazzine di oggi ne subiscono il fascino, complice la storia d'amore più bella di tutte, quella che è diventata sinonimo di "amore tormentato".

 

Titanic (1997)

Non ha certo bisogno di presentazioni questo blockbuster che ha sbancato i botteghini nonché i cuori di chiunque l’abbia guardato. La storia di Rose e Jack, due innamorati pronti a tutto pur di stare assieme ma che il fato vorrà separare, ha fatto storia, sia in campo cinematografico sia in quello romantico.

I protagonisti sono dei Romeo e Giulietta sul mare, nel senso che la metaforica rivalità tra le loro famiglie cercherà di mettere i bastoni tra le ruote del loro amore, non riuscendovi però: Jack è povero in canne e infatti viaggia in terza classe sul transatlantico Titanic mentre Rose è una ricca aristocratica in prima classe che si accompagna al suo futuro sposo e alla sua famiglia danarosa. Tra i due sboccerà una passione il cui afrore sarà ben più intenso rispetto a quello che il nome di lei sprigiona.

A mettersi in mezzo ai due amanti, tuttavia, non sarà soltanto il glaciale cuore del fidanzato di Rose ma l’altrettanto freddo e micidiale ghiaccio dell’iceberg che farà naufragare il loro sogno d’amore.

Un titolo che è diventato vassillo di amore sofferto e di finale lacrimoso: nessuna teenager degna di questa etichetta può permettersi il lusso di non versare nemmeno una lacrima.

La storia d’amore, prima del tragico The End, è una delle più dolci e delicate, capace di fare innamorare perdutamente del protagonista ogni giovane spettatrice. Si tratta infatti di un freschissimo Leonardo Di Caprio, bellissimo e suadente in ogni suo giovanile sguardo.

Una pellicola che ammalia tanto quanto i sorrisi di Jack.

 

Come te nessuno mai (1999)

La pellicola firmata Gabriele Muccino è un must per chi ama il genere teen-romantico. Con protagonista Silvio Muccino nei panni di un liceale romano, il film è un affresco della gioventù di fine anni Novanta fatta di amori, occupazioni scolastiche, tradimenti e amicizie che si tramutano in amori. Proprio su quest’ultimo si fonda buona parte della pasta romantica della pellicola: dopo un bacio a Valentina, la ragazza di un amico, Silvio verrà colto di sorpresa dalla sua amica Claudia che gli confesserà i suoi sentimenti. I due vivranno assieme le prime esperienze amorose, scoprendosi l’un l’altra sullo sfondo di un’occupazione scolastica che richiama le lotte del ’68 vissute dai padri di Silvio e dei suoi coetanei.

Questo titolo è da inserire assolutamente nella lista di film da vedere per vivere un’adolescenza intensa e a tutto tondo.

Le ragazze ne apprezzeranno la trama originale nonché la docile tenerezza e simpatia di uno degli attori che ha reso i film del fratello dei veri capolavori del filone: Silvio Muccino, sempre adorabile in ogni sua interpretazione sui set di Gabriele.

 

10 cose che odio di te (1999)

Le due sorelle Stratford sono molto diverse l’una dall’altra: Bianca, la più piccola, è adorabile mentre Kat ha un caratteraccio che fa da spaventapasseri, tenendo a debita distanza qualsiasi ragazzo.

Bianca vorrebbe uscire con un compagno di scuola ma i genitori glielo permetterebbero solo a patto che la sorella l’accompagni. Verrà così ingaggiato il giovane ribelle Patrick affichè, dietro lauta compensa, corteggi Kat ma quando il ragazzo scoprirà il lato docile di lei se ne innamorerà davvero. Però Kat scoprirà la trappola che le è stata tesa e non la prenderà affatto bene…

Un film perfetto per le ragazze che adorano i cattivi ragazzi e che vanno pazze per le passioni tra poli opposti che si attraggono.

 

Save the last dance (2001)

Sara è una ragazza con il pallino della danza e con il sogno di diventare una ballerina.

Desidera tanto entrare alla Julliard School, la prestigiosissima scuola di New York, ma quando la madre perde la vita in un tragico incidente automobilistico tutto cambierà, anche i suoi sogni. Trasferitasi dal padre a Chicago, si iscriverà nella scuola del quartiere, frequentata principalmente da ragazzi di colore. Lì dentro Sara è una mosca bianca in quanto una delle poche studentesse non afroamericane, ma ben presto stringerà amicizia con Chenille e si innamorerà di suo fratello Derek, un eccezionale ballerino di hip hop che vuole iscriversi all’università e diventare medico. Tra i due nascerà un’intesa perfetta, sia a livello di cuore sia di ritmo: Derek insegnerà a Sara a muovere i primi passi di hip hop e pian piano stringeranno una tenera e appassionante relazione, malvista all’interno della scuola dalle altre ragazze.

Una storia d’amore intensa, una passione giovane e ritmata al punto giusto che si staglia su uno scenario fatto di passi di danza, litigi tra coetanei e rivalità lungo i corridoi di scuola.

Questo film è perfetto per tutte le ragazze che coltivano un sogno artistico nel cassetto e che sono alla ricerca di un Principe azzurro atipico.

 

Tre metri sopra il cielo (2004)

Diretto da Luca Lucini e tratto dal romanzo omonimo di Federico Moccia, questo film ha tutti gli ingredienti per una ricetta d’amore da acquolina in bocca.

I protagonisti sono Step e Babi, due ragazzi diversissimi tra loro e proprio per questo poli attrattivi.

Lui è un teppistello che marina la scuola e combina una marachella dietro l’altra, lei è una ragazza della Roma bene, alunna modello e ben vista in società.

L’alchimia che si crea tra i due quando si incontrano è a dir poco esplosiva: attratti l’uno dall’altra da quella opposizione diametrale di stili di vita lontani, si innamoreranno fin da subito.

Una passione travolgente è la vera protagonista di questa pellicola, perfetta per far battere all’impazzata i cuori già abbastanza palpitanti delle giovani ragazze nel pieno della tempesta ormonale. A scatenare una vera e propria bufera sarà poi l’attore che interpreta Step: un giovane e aitante Riccardo Scamarcio per cui perderebbe la testa qualsiasi donna, in adolescenza o menopausa che sia.

Fidatevi dei tre nomi che sono vere e proprie garanzie di romanticismo: Luca Lucini, Federico Moccia e Riccardo Scamarcio insieme formano la Trinità della passione romantica declinata in pellicola.

 

Scrivilo sui muri (2007)

Una pellicola tra le più amate dalle giovani romantiche italiane è senza dubbio quella che vede protagonista Cristiana Capotondi nei panni di Sole, una studentessa universitaria dell’alta borghesia romana che si ritrova piacevolmente coinvolta in un gruppo di writers capitanato da Pierpaolo. Proprio lui s’innamorerà perdutamente di lei, tuttavia le sue attenzioni non saranno ricambiate in quanto Sole ha occhi solamente per Alex, il migliore amico di Pierpaolo.

Una storia d’amore profonda e lodevole poiché si tratta innanzitutto di una storia d’amicizia, quella tra Pierpaolo e Alex: quest’ultimo non vuole ferire i suoi sentimenti tant’è che rifiuta le attenzioni della ragazza benché ne sia molto attratto. Alla fine, però, anche Pierpaolo si comporterà nobilmente nei confronti dell’amico, accettando la relazione nascente tra lui e l’amata Sole.

Una pellicola che appassionerà le ragazze per la sua modernità di pensiero e per il taglio inusuale e mai banale che il regista conferisce all’amore, grande protagonista di questo titolo che entrerà nel cuore di ogni adolescente.

 

Twilight (2008)

Una storia d’amore che da quando è uscita fa palpitare i cuori dei giovani appassionati di oscurantismo e soft horror romantico.

Fin dal 2005, anno in cui Stephenie Meyer diede alle stampe il romanzo omonimo da cui è tratto il film, migliaia di teenager si sono fatti rapire dalla passione tormentata di Bella, un’adolescente che si innamora di un vampiro tanto affascinante quanto maledetto.

La trasposizione cinematografica è poi riuscita a catturare il cuore di qualsiasi fanciulla, complice il fatto che a interpretare il personaggio della Meyer vi è un giovane e meraviglioso Robert Pattinson.

Bella Swan si trasferisce da Phoenix alla piccola città di Forks, nello Stato di Washington, e incomincia a frequentare la nuova scuola. Qui sarà immediatamente attratta da un curioso gruppo di fratelli e sorelle che se ne sta sempre in disparte, per conto proprio. Si tratta dei Cullen, una famiglia strana i cui membri sono tutti bellissimi, primo tra tutti Edward.

Tra lui e Bella nascerà dapprima una forte amicizia che ben presto si tramuterà in un’attrazione irresistibile. Ma qualcosa di malefico serpeggia tra le loro labbra ardenti di passione…

Questo primo capitolo della saga (così come tutti gli altri film che la compongono) è un vero must per le ragazze appassionate di storie amorose che non disdegnano punte torbide e toni dell’orrore, il tutto ben calibrato per rendere quella di Twilight una favola tinteggiata di nerastro davvero appassionante.

 

Colpa delle stelle (2014)

Hazel Grace Lancaster è una ragazza di sedici anni che si ammala di cancro e incomincia a frequentare un gruppo di supporto psicologico. Durante questi incontri, fa la conoscenza di Augustus Waters, un ex giocatore di basket al quale è stata amputata una gamba a causa di un tumore osseo.

I due si innamoreranno e, è proprio il caso di dirlo, galeotto fu il libro: Hazel farà leggere ad Augustus il suo romanzo preferito, Un’afflizione imperiale, e l’entusiasmo di entrambi per quella storia li spingerà fino ad Amsterdam dove conosceranno l’autore in persona, Peter Van Houten.

Da lì in poi l’idillio precipiterà, tramutando ogni speranza in tragedia pura: si tratta di un titolo meraviglioso che appassionerà sì le ragazze ma farà versare loro copiose lacrime di disperazione.

È indubbiamente un film adatto a cuori forti, perfetto per chi cerca una storia intrisa di amore, gioia, dolore e disperazione.