Fotogallery Aggiornato il 30 ottobre 2015

Roma? La scopriamo grazie a James Bond (e Spectre)

  • Spectre, il 24esimo film della saga di James Bond, ha un'altra protagonista, Roma. La città eterna è stata usata come location per la pellicola e ora un ebook intitolato Discover Rome with James Bond ci porta a spasso per la città in compagnia dell'agente segreto. Credit: Lapo Sagramoso -
  • L'inconfondibile silhouette di James Bond e, sullo sfondo il Colosseo. L'ebook scritto dalla giornalista italiana Patrizia Feletig e illustrato dall'artista Lapo Sagramoso esplora le location romane usate come set per Spectre. Credit: Lapo Sagramoso –
  • In questa illustrazione le colonnate del Museo della Civiltà Romana nel quartiere dell'EUR, progettato nel 1936. Questa location è stata usata in Spectre per la scena del funerale. L'ebook Discover Rome with James Bond è acquistabile sulle maggiori piattaforme di distribuzione, da Amazon a iTunes. Credit: Lapo Sagramoso –
  • Per ogni location l'ebook offre cenni storici, curiosità e consigli culturali e gastronomici. Per esempio nei pressi di Via di San Gregorio rappresentata in questa illustrazione sorge la chiesa di Santa Maria Nova dove Tyrone Power sposò Linda Christian. Credit: Lapo Sagramoso –
  • Corso Vittorio Emanuele ha visto sfrecciare l'Aston Martin di 007. Ma, come ci racconta l'ebook Discover Rome with James Bond, il fondo stradale ha creato qualche problema all'agente: le buche han fatto sì che durante le riprese Daniel Craig sbattesse la testa contro il telaio dell'auto ferendosi. Credit: Lapo Sagramoso –
  • Anche Via Nomentana, una delle strade principali della capitale è stata chiusa al traffico in due occasioni per consentire le riprese di un inseguimento mozzafiato. I locali della strada sono stati ricompensati per il disagio con 33 dollari per ogni posto a sedere. Credit: Lapo Sagramoso –
  • L'origine della denominazione di Via Panisperna, che compare nel film, è misteriosa quanto Franz Oberhauser, il boss della Spectre. Ancora oggi non c'è accordo sull'etimologia anche se la più probabile sembra un riferimento al pane e al prosciutto (perna) distribuito ai poveri dai monaci della vicina chiesa di San Lorenzo. Credit: Lapo Sagramoso –
  • Il “cupolone”, la cupola di San Pietro, è uno dei simboli di Roma. Poteva non fare la sua apparizione in Spectre? Ovviamente no. E così anche Via della Conciliazione, il viale che conduce a Piazza San Pietro, è diventata teatro di un inseguimento mozzafiato. Credit: Lapo Sagramoso –
  • Inseguimento con tuffo finale. C'è anche questo in Spectre. E l'epilogo, ci racconta l'ebook Discover Rome with James Bond, è nei pressi di Ponte Sisto, uno dei ponti che collegano le due sponde del Tevere. Credit: Lapo Sagramoso –
  • Una curva parabolica un po' estrema. E' quella rappresentata dal lungo Tevere nei pressi di Scalo de Pinedo, uno degli antichi approdi del fiume nel quale venivano scaricate le merci che dal porto di Ostia arrivavano in città. Credit: Lapo Sagramoso –
  • James Bond non si fa mancare nulla e le sue avventure romane lo portano nei luoghi più suggestivi (anche se non necessariamente più conosciuti) della città. Uno è Via dei Cestari, non lontana dal Pantheon, così chiamata per via degli artigiani che da queste parti realizzavano ceste. Credit: Lapo Sagramoso -
  • Via Garibaldi, altra location utilizzata in Spectre, si trova sul Gianicolo, l'ottavo colle di Roma, anticamente dedicato a Giano, il dio bi-fronte. Chissa' se Daniel Craig ha avuto tempo di visitare il giardino botanico che si trova non troppo lontano? Credit: Lapo Sagramoso -
  • L'ebook Discover Rome with James Bond, scritto da Patrizia Feletig e illustrato da Lapo Sagramoso è disponibile su iTunes e Amazon. La versione italiana uscirà il prossimo 15 novembre. Credit: Lapo Sagramoso -
/

L’ultimo film della saga dell’agente segreto di Sua Maestà la regina ha scelto la città eterna per alcune delle sequenze più mozzafiato. Un ebook ci guida alla scoperta delle bellezze della capitale attraverso i luoghi utilizzati come location per la pellicola. FOTO